Convegni nazionali di ufologia

Sin dagli esordi il Centro Italiano Studi Ufologici ha stabilito una prassi: tenere almeno un convegno nazionale annuale che raccolga i migliori studiosi e faccia il punto sulle novità, faccia incontrare gli aderenti al CISU, ospiti ricercatori stranieri di orientamento scientifico.

Nel 2016 siamo giunti alla trentunesima edizione consecutiva dei nostri convegni.

Nel corso degli anni vi sono state presentate centinaia di relazioni su argomenti diversi: in buona parte dei casi i convegni sono dedicati ad un tema specifico che tiene insieme le giornate ed introduce a tavole rotonde e a discussioni più ristrette.

In buona parte delle volte i convegni sono occasioni di studio riservate agli iscritti CISU – ma comunque aperte, su invito e su richiesta, a studiosi, appassionati e ad un pubblico esterno selezionato – ma talvolta hanno natura di occasione pubblica di grande portata: sono i giorni in cui i curiosi, chi si avvicina per la prima volta al CISU e qualsiasi persona di buona volontà può constatare di persona il lavoro che viene fatto e incontrare gli ufologi che fanno vivere la nostra associazione.

Presentiamo alcuni esempi sia dei convegni più “interni” sia di quelli rivolti ad un uditorio più ampio, insieme alle locandine che ne rendono unico il filo conduttore e ad una selezione dei principali interventi svolti.

***

Quello del 2001 rivestì particolare originalità: era il 16° convegno e si tenne il 13 ottobre presso il planetario dell’Osservatorio Astronomico “Giorgio Abetti” di San Giovanni in Persiceto (Bologna). Intitolato “Fenomeni luminosi in atmosfera ed ufologia strumentale: nuove strade per la ricerca?” vide al centro l’analisi del settore che il CISU definisce appunto Fenomeni luminosi in atmosfera,  coperto da alcuni progetti appositi. Comporta lo studio di eventi come le osservazioni di fulmini globulari in Italia, le cosiddette “luci sismiche” e altre manifestazioni luminose di possibile origine geofisica o comunque legate alla fisica atmosferica.

16convegno2001
Locandina del 16° convegno nazionale (13 ottobre 2001): ebbe al centro la discussione dei cosiddetti “Fenomeni luminosi in atmosfera”.

 

Un’occasione particolarmente importante fu quella del 22° convegno, quella che ebbe per teatro  Saint Vincent e per data il 23 giugno del 2007. Era il sessantesimo anniversario della nascita dell’ufologia contemporanea e centinaia di persone ascoltarono – fra le altre – le relazioni di studiosi stranieri di chiara fama come Jacques Patenet, a suo tempo direttore del GEIPAN francese, dello spagnolo Vicente-Juan Ballester Olmos e dell’inglese David Clarke.

22convegno2007
La locandina del 22° Convegno    nazionale di ufologia (Saint        Vincent, 23 giugno 2007)

 

Il 2011 segnò il 150°anniversario della nascita dello Stato italiano. In quel caso, il CISU presentò il suo 26° convegno, che si svolse a Torino il 12 novembre e che ebbe per titolo “150 anni di UFO in Italia”. Quel giorno fu presentato e discusso il volume dello studioso del CISU Pietro Torre, “Strane luci nella storia d’Italia” (edizioni UPIAR), che raccoglie ed analizza – ed è tuttora in costante aggiornamento – i fenomeni aerei di possibile rilevanza ufologica segnalati in Italia dall’antichità sino alla fine del XIX secolo.

26convegno2011
La locandina che annunciava il 26° convegno nazionale, svoltosi a Torino il 12 novembre 2011.

 

Il 29° convegno (Bologna, 22 novembre 2014) ha avuto al centro un tema specifico ma fondamentale. Si chiamava “Dopo il CAIPAN 2014: resoconto, discussione e prospettive per l’ufologia scientifica” e ha fatto il punto su un’occasione con pochi precedenti negli anni recenti: la raccolta di studiosi di orientamento scientifico – CISU compreso – a Parigi, nel luglio ’14 – per il seminario CAIPAN, organizzato nell’ambito del Centre National d’Etudes Spatiales (CNES) francese, che ha fatto il punto sul piano internazionale delle prospettive future dello studio dei fenomeni ed ha gettato le basi per intese più strette fra studiosi del nostro continente.

cisu-convegno-2014
Il convegno nazionale del 2014 è stato dedicato al seminario specialistico organizzato dal Centre National d’Etudes Spatiales francese.

 

Il 30° convegno si è tenuto a Torino il 21 novembre 2015. Intitolato “Pagine di ufologia” ha tracciato un bilancio dell’attività editoriale del CISU: a quel momento erano usciti quattordici libri e cinquanta monografie, per non dire di una serie di testate periodiche. Un’editoria di piccole dimensioni ma che si pone in netta discontinuità rispetto a quasi tutto ciò che sugli UFO si trova in libreria o in edicola: niente “realtà aliene”, nessuna credenza antiscientifica o irrazionalismo, ma indagini su testimonianze, analisi e spiegazioni degli avvistamenti, applicazioni statistiche, incursioni che vanno dalla psicologia della testimonianza alla fisica di possibili, rari, fenomeni naturali poco compresi, sino al residuo dei casi ben inchiestati che parrebbe resistere ai tentativi di spiegazione.

cisu-convengo-2015
Il 30° convegno: una tappa importante. Ha fatto il bilancio di tre decenni di attività editoriale del Centro Italiano Studi Ufologici.

***

Il 31° Convegno nazionale di ufologia del Centro Italiano Studi Ufologici si è tenuto a Bologna sabato 5 novembre 2016. E’ stata un’occasione riservata agli iscritti e ad una cerchia selezionata di pubblico. Ha avuto per titolo “Fare storia con gli UFO” e ha discusso in una serie di relazioni metodi, problemi e materiali della ricerca storiografica in ufologia.

convegno-2016-locandina
Il 31° Convegno ha avuto un’impronta fortemente metodologica ed è stato orientato al rafforzamento delle competenze storiografiche degli iscritti.

Per partecipare a tutte queste occasioni di studio, accedere a pieno ai contributi forniti, rimanere sempre in contatto con la ricerca seria sui fenomeni UFO, potete aderire alla nostra associazione: sarete seduti da protagonisti insieme a studiosi e appassionati a volte con decine d’anni d’esperienza nella disciplina ufologica.

Print Friendly, PDF & Email